Giornata Aperta@zam!

Ogni mese nel tuo centro sociale di fiducia_Giornata Aperta!
Domenica 24.02.2019 dalle 15!
Il programma:

-Mercato contadino
-Laboratori aperti
-Serigrafia 5 euro -> Porta la tua maglietta
-Spazi di indecisione dalle h.17
prenotazione obbligatoria a intotheaquarius@gmail.com
-Ciclomeccanica h.18

Vi aspettiamo numerosi/e!
info:
fb_collettivo zam

location:
zam_via sant abbondio 4 Milano

mezzi pubblici:
MM2 Abbiategrasso tram 3-15

Calendario di Febbraio 2019@zam

Ecco il calendario delle attività di febbraio!
8 febbraio_Corso di Scrittura creativa ore 20 @zam
9 febbraio_ OccupyPiazze_non una di meno in piazza!_verso l’8 Marzo ore 15 @piazza Miani
10 febbraio_ Assemblea DeGenerAzione h.14 @zam
ore  21 proiezione del documentario Aborto, le nuove crociate @zam

Continua a leggere

Zona Autonoma Milano_8 anni.

Sono passati otto anni dal quel giorno in cui aprimmo i cancelli di via Olgiati

In questi anni abbiamo cercato di cambiare l’esistente, di sovvertire lo spazio neo liberista e capitalista che questa società vuole imporci.

Continua a leggere

COMUNISMO E MALAVITA

COMUNISMO E MALAVITA

Ormai capita quasi quotidianamente di imbattersi in notizie di cronaca che parlano di rapine o di furti, la cosa particolare è l’età non più solo “professionisti” del crimine ma anche tanti giovanissimi.

Cosa sta accadendo? Che periodo stiamo attraversando? Come mai proprio ora notiamo il verificarsi di un incremento delle pratiche di illegalità soprattutto nelle zone periferiche e più povere, a cosa è dovuto tutto ciò?

Viviamo in un quartiere di periferia, circondato da gente di tutti i tipi, viviamo insieme alla seconda generazione nata dai vecchi flussi migratori degli anni ’80, fin da piccoli siamo cresciuti insieme ad arabi, asiatici, slavi e italiani… nelle stesse classi…. nei medesimi quartieri.

Da quei giorni della scuola sono cambiate tante cose, a partire proprio dalla scuola che ora assomiglia più ad un’impresa che ad una scuola, perfino le materie sono cambiate (non si studia più geografia!!!), ora c’è l’alternanza scuola-lavoro e gli studenti devono imparare a produrre e ad essere sfruttati invece che emanciparsi attraverso la cultura. Mesi di scuola a cui susseguono mesi di lavoro non retribuito perchè ovviamente la logica alla base di tutto resta sempre la stessa: i padroni devono restare tali e diventare sempre più ricchi mentre noi, le nostre vite, le nostre necessità ed il nostro tempo non contano più nulla.

Cosa non sta funzionando in tutto questo piano? Perchè questo sistema non ci fa essere più ricchi ma aumenta sempre più il divario tra ricco e povero? Perchè sempre più precocemente i giovani incontrano lo spaccio, il furto o la ricettazione? Perchè alcuni di loro vedono tutto ciò come unico baluardo della loro sopravvivenza?

Abbiamo provato a parlarne con un ragazzo del quartiere.

Continua a leggere