PILLOLE DI CAMBIAMENTO CLIMATICO #2: L’AUMENTO DI TEMPERATURA

L’ IPCC (organismo scientifico indipendente ed internazionale che si occupa di raccogliere e riassumere tutto il sapere climatologico), nel suo recente report sugli effetti dell’aumento di 1.5°C di temperatura (https://www.ipcc.ch/sr15/), specifica:”Si stima che il surriscaldamento terrestre per cause antropiche sta attualmente generando un aumento della temperatura terrestre di 0.2°C per decade, a causa delle passate e presenti emissioni di gas climalteranti. Con tale tasso di crescita, l’aumento di temperatura terrestre raggiungerà molto probabilmente 1.5°C tra il 2030 ed il 2052″. La temperatura media terrestre, inoltre, è già aumentata di 1°C rispetto ai livelli pre-industriali (rispetto cioè al periodo 1850-1900). Il cambiamento climatico non è qualcosa che avverrà, forse, in futuro: è già in atto, ed ormai possiamo solo minimizzare i danni.1°C può sembrare una quantità ininfluente. Bisogna però tenere conto di due cose. Innanzitutto, l’aumento di temperatura negli ultimi decenni è molto maggiore rispetto a quello di inizio ‘900, a causa dell’emissione sempre maggiore di gas climalteranti. Inoltre, se la nostra temperatura corporea è di circa 36-37°C…cosa succede con un solo grado in più? Ci viene la febbre, e non stiamo bene. Con due gradi in più iniziamo ad avere seri problemi di salute. Non lasciamoci quindi ingannare dalla quantità (1°C o 0.2°C possono sembrare molto pochi) perchè ciò che bisogna valutare è l’EFFETTO sull’ecosistema terrestre: 1°C è stato sufficiente a ridurre della metà i ghiacciai artici, all’aumento del livello dei mari, all’estinzione di un quarto delle specie animali e vegetali (con un tasso di estinzione tra le 100 e le 1000 volte maggiore del normale, tanto che si parla ormai di sesta estinzione di massa), all’aumento della frequenza degli eventi estremi (bombe d’acqua, ondate di calore, siccità, alluvioni) etc etc…come vedremo in un prossimo post.
http://www.macromicro.it/ita/immagini/?album=5&gallery=60https://earthobservatory.nasa.gov/…/GlobalWar…/page2.php

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *